Google+ Followers

giovedì 16 gennaio 2014

Doccia sostenibile

Per la serie “persone motivate e idee brillanti”, voglio presentarvi un altro progetto meritevole: si tratta di una doccia che permette di riciclare istantaneamente l’acqua risparmiandone così il 90% rispetto a una doccia normale. Tenete conto che per fare una doccia di 5 minuti si consumano dai 75 ai 90 litri di acqua.
In questo video, il ragazzo che l’ha inventata, spiega molto bene come funziona e sul suo sito orbital-systems.com trovate informazioni interessanti, tra cui il possibile risparmio sulla bolletta.



L’acqua lasciata scorrere inutilmente (lavandini e lavelli, vasche, docce…) finisce in un complicato sistema di depurazione con conseguenze onerose per il servizio idrico urbano (circa 60.000.000 € di investimento all’anno) e gli utenti stessi (la nostra bolletta). L’acqua viene infatti prelevata tramite l’acquedotto, potabilizzata, distribuita fino all’utenza, raccolta nelle condotte fognarie e depurata prima di essere reimmessa nell’ambiente e ricominciare il ciclo.


lunedì 6 gennaio 2014

SUGRU

In giro per il mondo esistono persone motivate e idee brillanti.
Vi presento “sugru”, un materiale portentoso, una sorta di patafix elevato a potenza, un chewing gum con i superpoteri. Guardate dal video che cosa è in grado di fare sugru.com
Troppi prodotti sono progettati male e per non durare (obsolescenza programmata): dobbiamo riprenderci il controllo delle cose che ci circondano, esplorandole, aggiustandole, migliorandole, e scoprire così il piacere di modellare la vita con le proprie mani, in contrapposizione ad un sistema che ci vuole schiavi dell’usa e getta.
Forse il futuro sta proprio qui: fare, rifare, modificare, riparare, riutilizzare, adattare, in pratica essere maker di se stessi.


giovedì 2 gennaio 2014

Ecologico è economico

La sostenibilità ambientale è anche sostenibilità economica: il rispetto per l’ambiente può (e deve) essere rispetto per noi stessi, per la nostra vita quotidiana… e per il portafogli, ad esempio chiudere il rubinetto quando ci si lavano i denti non è solo un’abitudine green, ma è anche conveniente.
Qui sotto trovate qualche idea.

- Cosmetici fai-da-te: ne hai sempre sentito parlare ma non hai mai provato? Sono facili, veloci e molto più salutari ed economici di qualsiasi prodotto comprato in negozio. Qualche esempio: lo yogurt scaduto è un trattamento nutriente per il viso; miele e sale grosso diventano scrub; i fondi del caffè mischiati con zucchero grezzo e olio d’oliva sono ideali per tonificare la pelle.
- Se è il momento di rinnovare gli elettrodomestici, sceglierli in classe A+++ è scontato, ma esistono altri accorgimenti, ad esempio collegare la lavatrice al rubinetto dell’acqua calda. Vi suggerisco di leggere questo post per capire meglio di che si tratta. Oppure evitare l’ammorbidente, costoso ed altamente inquinante, e preferire aceto con un paio di gocce di olio essenziale. Per il detersivo, date un’occhiata al mio post di novembre.
- Usate il bicarbonato ovunque possibile: per pulire e lavare, per deodorare, per l’igiene personale, per digerire, per cucinare ecc. ecc. Curiosi?
- Lo sanno tutti, ma ripeterlo non fa male: la benzina costa troppo, sia al portafogli che all’ambiente, perché ostinarsi a usare l’auto se non necessaria? Se andare in bici non fa per voi, ritrovate il piacere di camminare per le strade, scoprendo più da vicino cose e persone, oppure prendete i mezzi pubblici, che in fondo, qui a Torino, non sono così male.

Qualcuno ha altri consigli?